La firma CDP-Confindustria

Sostenere lo sviluppo delle relazioni commerciali tra imprese italiane ed estere, rafforzare il numero di PMI esportatrici, favorire una maggiore partecipazione dell’Italia alle catene globali del valore, avviare una sinergia sugli strumenti digitali a favore dell’export e dell’internazionalizzazione, a partire dall’utilizzo della piattaforma CDP Business Matching nata a novembre 2021 per mettere in contatto le aziende italiane con i potenziali partner internazionali. Questi gli obiettivi principali del Memorandum of Understanding (MoU) siglato oggi a Milano da Cassa Depositi e Prestiti (CDP) e Confindustria.

L’accordo, firmato da Pasquale Salzano, Direttore Affari Europei e Internazionali di CDP e Presidente di Simest (Gruppo CDP), e da Barbara Beltrame Giacomello, Vice Presidente per l’Internazionalizzazione di Confindustria, consolida la collaborazione tra le due istituzioni nello sviluppo delle connessioni tra aziende italiane e nuovi potenziali partner esteri per facilitare lo sviluppo di relazioni economiche e accordi commerciali.

Memorandum of Understanding (MoU), cos’è 

Il Memorandum, della durata complessiva di due anni, prevede fra l’altro la promozione della piattaforma CDP Business Matching presso il network associativo e imprenditoriale di Confindustria, l’organizzazione congiunta di una serie di eventi digitali, nonché il coinvolgimento delle Associazioni di Confindustria nelle iniziative e nelle attività previste già a partire dalle prossime settimane. Alle imprese associate a Confindustria che si registreranno sulla Piattaforma sarà inoltre garantito da CDP un servizio premium di assistenza gratuito a cui sarà possibile accedere tramite e-mail (infoimprese@cdp.it) e call center (800.020.030).

Piattaforma Business Matching di CDP, gli obiettivi

Pasquale Salzano, Direttore Affari Europei e Internazionali di CDP, ha dichiarato: «Dal lancio avvenuto nel novembre 2021, la piattaforma Business Matching di CDP ha sensibilmente superato gli obiettivi che erano stati prefissati raggiungendo oltre 3.000 imprese registrate e più di 15.000 proposte di abbinamento tra aziende italiane ed estere. La collaborazione con Confindustria, rafforzata dall’accordo firmato oggi, permetterà di far crescere ulteriormente la piattaforma grazie all’ampiamento delle partnership, all’aumento degli eventi internazionali organizzati e, di conseguenza, degli incontri b2b generati. Il tutto con una missione prioritaria: sostenere l’export e l’internazionalizzazione delle PMI italiane garantendo al tessuto economico nazionale nuove prospettive di sviluppo e competitività». 

«Facilitare la crescita e ampliare i margini di cooperazione commerciale ed economica tra le nostre imprese e nuovi partner esteri è il nostro compito principale nella realizzazione delle iniziative di promozione internazionale – ha dichiarato Barbara Beltrame Giacomello, Vice Presidente per l’Internazionalizzazione di Confindustria – in un contesto internazionale mutevole e che genera incertezze, perseguire tale obiettivo richiede il pieno sfruttamento di tutti gli strumenti utili che possono supportare la proiezione e la vocazione estera del nostro tessuto imprenditoriale: la piattaforma Business Matching di CDP è sicuramente uno di questi. La Partnership siglata oggi con un partner da sempre strategico come CDP è frutto della volontà di condividere l’impegno a rafforzare la presenza delle imprese sui mercati internazionali con il supporto delle Associazioni territoriali e di settore, il cui contributo è punto fondamentale dell’azione estera di Confindustria». 

CDP Business Matching, come funziona

CDP Business Matching è il nuovo strumento digitale e gratuito sviluppato da CDP in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e SIMEST, e dedicato alle imprese italiane e straniere che vogliono crescere sui mercati esteri. Lanciata a novembre 2021, la piattaforma ha raggiunto nei primi sei mesi gli obiettivi che erano stati prefissati per un anno.

Ad oggi il numero complessivo delle imprese registrate è di oltre 3.000, delle quali 1.780 italiane e circa 1.250 estere. Dall’avvio della funzionalità di matching per le imprese (aprile 2021), sono stati proposti oltre 15.000 match fra imprese italiane e straniere e oltre 250 sono quelli già realizzati. Dopo aver avviato la sua operatività in India, Cina, Giappone, Marocco e Messico, la piattaforma ha ampliato il suo raggio in Indonesia lo scorso 19 settembre. Fra dicembre 2022 e gennaio 2023 la piattaforma sarà aperta anche alla Corea del Sud e agli Stati Uniti. 

Un’app dedicata per poterne fruire in mobilità

Dopo essersi registrata gratuitamente, l’impresa italiana è invitata a indicare le proprie intenzioni e la propria strategia di business verso i mercati esteri e il profilo delle controparti straniere che desidera incontrare. A questo punto, l’azienda riceverà la notifica di possibili abbinamenti con le controparti e la relativa percentuale di affinità sulla base del proprio profilo e degli obiettivi inseriti in sede di profilazione.

È possibile, inoltre, visionare le informazioni sull’impresa estera e scegliere se accettare o meno il contatto proposto dall’algoritmo. In caso di esito positivo, si può fissare un incontro virtuale in uno spazio dedicato (virtual room) all’interno della piattaforma con disponibilità, se necessario, di attivare un servizio di interpretariato esterno.

Per facilitare l’accesso e permettere alle imprese di fruire della piattaforma in mobilità, restando connessi e ricevendo notifiche push, CDP ha creato una App dedicata, già disponibile sui principali store. Inoltre, sul portale online sono state anche pubblicate schede focus con informazioni e approfondimenti su ogni Paese in cui è operativo il servizio.