Borse Europee
Milano, Borsa Italiana

Per la Borsa oggi è un altro giorno. Dopo la tempesta che ha colpito Silicon Valley Bank e Signature le borse europee sembrano essersi riprese. Milano, che era stata la peggiore in assoluto perdendo più del 4% si sta riprendendo con un lieve aumento. Sale infatti dello 1,15% a 26.396 punti e inverte la marcia rispetto ai tre ribassi consecutivi registrati da giovedì. Pesano i dati sull’inflazione Usa, che sono stati pubblicati e a febbraio registrano un +6% anno su anno e +0,4% a febbraio, in linea con quelle che erano le attese. L’indice per gli alloggi ha contribuito in modo massiccio all’aumento mensile, rappresentando oltre il 70% della crescita, con un contributo anche dagli indici per il cibo, le attività ricreative e l’arredamento. L’indice alimentare è aumentato dello 0,4%. L’indice energetico è diminuito dello 0,6%.

Notizie positive per la Borsa oggi

Lo stesso vale per l’Ftse Italia All.Share, che guadagna lo 0,71% sulla seduta precedente e scambia a 28.521. La maglia rosa, per ora, va a Francoforte che segna un +0,95%, causa londra che è comunque in attivo (+0,02%), mentre Parigi cresce dello 0,68%. A Milano segnali di rialzo arrivano dai derivati statunitensi. Sul mercato della moneta il rapporto euro dollaro attraversa un momento di stabilità e non ci sono variazioni per l’oro. Lo spread tra Btp e Bund scende a 186 punti con il rendimento del decennale italiano abbastanza stabile al 4,20%,  mentre il rendimento del BTP a 10 anni si attesta al 4,12%. Gli occhi dei mercati sono comunque puntati sul dato dell’inflazione Usa, che verranno resi pubblici oggi.

Come stanno andando i titoli bancari

Tra i titoli assicurativi brilla Generali con +3,3%, grazie all’utile operativo record e a un dividendo sopra le attese. In positivo anche Iveco (+3,29%), A2a (+2,5) mentre Tim guadagna il 2% alla vigilia del cda sui conti e dell’esame dell’offerta di Cdp per la rete. Tra le banche si riprende Fineco dopo la brutta giornata di lunedì cede l’1,7%, Banco Bpm e Mps l’1,5%.