Per far fronte ai continui rincari di luce e gas, da aprile 2022 il governo italiano ha deciso di apportare delle importanti modifiche al bonus sociale luce e gas, andando di fatto ad estendere la platea degli aventi diritto con l’innalzamento della soglia Isee prevista per ottenerlo. Vediamo dunque più nel dettaglio di cosa si tratta e come fare per ottenerlo.

Bonus sociale luce e gas

Come accennato in precedenza, il tetto Isee previsto per ottenere il bonus sociale luce e gas è stato innalzato da 8.265 euro a 12mila euro all’anno, mentre se si hanno almeno 4 figli a carico il limite massimo Isee arriva fino a 20mila euro. Con tale manovra, valida dal dall’1 aprile al 31 dicembre 2022, la platea dei beneficiari del bonus è passata da 4 milioni a circa 5,2 milioni.

Per ottenere il bonus sociale luce e gas non è necessario presentare una richiesta in quanto lo si riceverà in automatico sotto forma di sconto in bolletta qualora si rispettino i requisiti dati. Sarà dunque sufficiente presentare la Dichiarazione Sostitutiva Unica, Dsu, e ottenere un’attestazione di Isee. Se questa sarà entro la nuova soglia limite stabilita per legge si potrà accedere allo sconto nella bolletta di luce e gas.

Ma a quanto ammonta il bonus sociale luce e gas 2022? Per l’elettricità il valore dello sconto in bolletta dipende dal numero dei componenti del nucleo familiare. Più nello specifico questo sarà pari a 141,05 euro per nuclei familiari composti da 1-2 componenti, a 170,17 per famiglie con 3-4 componenti e a 199,29 euro per i nuclei con più di 4 componenti. Per il gas, invece, è decisamente più complicato arrivata a quantificare l’importo del bonus in quanto la cifra è determinata da Arera in base a diversi aspetti: la categoria d’uso associata alla fornitura di gas; la zona climatica di appartenenza del punto di fornitura; il numero di componenti della famiglia.