Bonus accoglienza profughi Ucraini

Il bonus per l’accoglienza dei profughi ucraini prende forma in Italia con il governo che ha stanziato 900 milioni di euro di risorse e con la piattaforma online per richiedere il contributo previsto che è già operativa. Vediamo dunque più nel dettaglio cosa prevede questo bonus e cosa è necessario far per richiederlo.

Bonus per l’accoglienza dei profughi Ucraini

Il contributo previsto per i profughi ucraini è di 300 euro mensili – per la durata di tre mesi – e di 150 euro per ogni minore a carico. Le somme dovrebbero essere erogate ai richiedenti entro circa 20 giorni, ovvero entro la fine di maggio 2022. A vigilare sulla regolarità della procedura è la Protezione Civile con il capo Fabrizio Curcio che sul tema a detto: “Penso che nell’arco di qualche giorno possiamo procedere al pagamento perché la piattaforma è online ormai da qualche giorno e stiamo facendo le verifiche”. “C’è qualche verifica da fare – ha aggiunto Curcio –perché immaginate è un database di persone che non esisteva in Italia, una serie di controlli importanti per evitare di fare errori macroscopici“.

Il contributo di 300 euro è destinato a chi ha richiesto protezione temporanea all’Italia ed ha trovato una sistemazione autonoma da familiari, amici o sodali. Per ottenere il bonus è necessario essere in possesso del permesso di soggiorno per protezione temporanea rilasciato dalla Questura. Sarà poi necessario avere in indirizzo email o un numero di cellulare per poter ricevere le comunicazioni inerenti il bonus.

“La situazione in Italia, per quanto riguarda il flusso di profughi dall’Ucraina è abbastanza stabilizzata – ha precisato ancora Curcio – siamo ampiamente sopra 100mila persone, con un grande maggioranza in percentuale di donne e bambini”. Secondo i dati diffusi dal Viminale, i profughi ucraini in Italia sono 113.239, dei quali 58.964 sono donne, 15.527 uomini e 38.748 minori.