Bonus patente 2022

Il Decreto Milleproroghe ha introdotto il bonus patente 2022 under 35. Si tratta di un’agevolazione per i più giovani che vogliono guidare mezzi pesanti ed entrare quindi nel mondo del settore dell’autotrasporto che soffre, in questa fase, la carenza di autisti. La patente cui si fa riferimento è la certificazione CQC, Carta di Qualificazione del Conducente, che abilita alla guida di mezzi pesanti che hanno massa – a pieno carico – superiore a 3,5 tonnellate. L’incentivo non prevede limiti di Isee per poterlo richiedere, non costituisce reddito imponibile del beneficiario e prevede un rimborso dell’80% delle spese sostenute. Inoltre, il bonus è valido per tutte le patenti conseguite dal 1° luglio 2022 al 31 dicembre 2026.

Bonus patente 2022, come funziona

Il bonus patente può essere richiesto solo dagli under 35 che risultano di disoccupati. La percezione del reddito di cittadinanza o di altri ammortizzatori sociali non costituisce motivo di esclusione. Viene erogato sotto forma di rimborso, ovvero i costi della patente dovranno essere anticipati dai beneficiari e sostenuti entro il 30 giugno 2022. Ai fin dell’ottenimento del bonus è inoltre necessario dimostrare di aver stipulato entro tre mesi dal conseguimento della patente un contratto di lavoro in qualità di conducente con un operatore economico del settore dell’autotrasporto di merci della durata di almeno 6 mesi.

Quanto all’entità del contributo, con il Decreto Milleproroghe il rimborso passa dal 50% all’80%, con il massimale che da 1000 euro – previsto dal precedente Decreto Infrastrutture – arriva a 2500 euro. Tutti i dettagli sulla presentazione della domanda e relativi termini potranno essere consultati nell’atteso decreto attuativo che renderà operativo il bonus patente 2022 e dunque avvierà l’iter che resterà attivo fino al 2026.

Il bonus è finanziato dal Programma patenti giovani autisti per l’autotrasporto, un fondo che ha una dotazione di 3,7 milioni di euro per il 2022 e di 5,4 milioni di euro per ciascuno degli anni tra il 2023 e il 2026.