Bonus centri estivi 2022 

L’Inps ha previsto per il 2022 un bonus centro estivi per i figli di dipendenti e pensionati della Pubblica Amministrazione. Si tratta di un contributo totale o parziale della spesa sostenuta per un massimo di 100 euro a settimana usufruibile per 4 settimana (totale 400 euro). Per presentare domanda c’è tempo fino al 20 giugno 2022, termine oltre il quale si perderà la possibilità di vedersi rimborsata – in parte o in totale – l’iscrizione ai centri estivi. Vediamo più nel dettaglio di cosa si tratta e cosa è necessario fare per ottenere il bonus.

Bonus centri estivi 2022

Il bonus centri estivi 2022 si muove nella forma del rimborso spese e, stando a quanto previsto dal bando pubblicato dall’Inps, è rivolto a dipendenti e pensionati della Pubblica amministrazione iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali e i pensionati utenti della Gestione Dipendenti Pubblici. Non sono previsti limiti Isee, anche se verrà data priorità alle fasce di reddito più basse.

Per quanto riguarda il contributo sotto forma di rimborso spese, questo potrà riguardare i costi connessi alle attività ludico-ricreative-sportive previste, le spese di vitto, le eventuali gire, le coperture assicurative e tutte le altre attività previste dal programma del centro estivo scelto.

Le domande, come detto, dovranno essere presentate entro il 20 giugno, con l’invio che era cominciato lo scorso 31 maggio alle ore 12. Gli interessati dovranno dunque collegarsi al sito dell’Inps, andare nell’area dedicata e compilare tutti i campi che vengono richiesti. Occorrerà presentare anche l’Isee in quanto è proprio in base a tale valore che l’Inps redigerà entro il 20 luglio la graduatoria degli ammessi. Quest’ultimi avranno tempo fino al 14 ottobre per inserire sul sito i dati relativi all’iscrizione al campo estivo, le fatture e le ricevute di pagamento necessarie per ottenere il rimborso che verrà corrisposto entro il 31 dicembre 2022.