Bonus 60 euro studenti lavoratori

Il Governo ha varato lo scorso 2 maggio il Decreto aiuti, misura pensata per un sostegno ai cittadini alle prese con il forte caro energia e carburanti. Tra i vari interventi previsti c’è anche il bonus trasporti pubblici per studenti e lavoratori. Si tratta di uno sconto massimo di 60 euro sugli abbonamenti ai mezzi pubblici che potrà essere utilizzato entro la fine del 2022 dai nuclei familiare che hanno un valore Isee basso. Vediamo più nel dettaglio di cosa si tratta, chi ne ha diritto e come è possibile spendere il bonus.

Bonus 60 euro studenti lavoratori

Stando a quanto sarebbe previsto dal decreto, ancora non pubblicato in Gazzetta Ufficiale in realtà, potranno accedere al bonus 60 i nuclei familiari con un valore Isee inferiore a 35mila euro. La formula del bonus è quella dello sconto sull’acquisto di un abbonamento ai mezzi di trasporto pubblico, ivi compresi quelli per i mezzi a livello locale, regionale o interregionale. A disposizione della misura sono stati stanziati 100 milioni di euro che verranno utilizzati fino ad esaurimento: oltre tale soglia non sarà più possibile usufruire degli sconti.

Per quanto riguarda le modalità di concessione del bonus ancora vi è poca chiarezza. Non è noto, ad esempio, come si potrà fare domanda e se le erogazioni dello sconto possano avvenire, o meno, all’acquisto dell’abbonamento da parte degli aventi diritto, attraverso un vcoucher o con detrazioni successive. Tutti i dettagli in tal senso potranno essere chiariti solo dal provvedimento attuativo del Ministero dei Trasporti.

Oltre al bonus 60 euro sono poi previste delle detrazioni fiscali per i nuclei familiari che utilizzano i mezzi sostenibili per spostarsi al lavoro, a scuola o in città. Nello specifico, essere titolari di un abbonamento ai mezzi pubblici permette una detrazione del 19% fino ad un massimo di 250 euro.