Da gennaio 2024 i consumatori domestici italiani saranno obbligati a passare al mercato libero delle bollette di luce e gas. Si tratta di un cambiamento radicale del sistema fin qui utilizzato in Italia, con tutto ciò che ne consegue anche da parte delle offerte messe in atto dalle compagnie del libero mercato per i clienti. Quest’ultime cercano di accaparrarsi quanti più clienti possibili, in uno scenario in cui potrebbero verificarsi delle pratiche al limite del consentito, delle vere e proprie truffe contro le quali è bene tutelarsi. Vediamo di cosa si tratta.

Bollette luce e gas, le nuove truffe

Per premunirsi contro una possibile truffa il primo step necessario è quello di conoscere molto bene il campo nel quale l’attività fraudolenta va a concretizzarsi. A tal proposito è bene ricordare che non è previsto nessuno stop alla fornitura nel in caso in cui un consumatore, entro gennaio 2024, non abbia provveduto a scegliere un operatore del libero mercato. Qualora dunque venisse palesato questo rischio da un possibile interlocutore, si tratterebbe di una minaccia priva di fondamento, atta soltanto a voler chiudere un affare in tempi brevi.

Fatta questa doverosa premessa, è il momento di vedere quali sono le truffe sulle bollette di luce e gas più diffuse. In vetta resta sempre l’attività aggressiva posta in essere da call center, spesso non collegabili ad un reale fornitore di luce e gas, che hanno l’unico intento di sottrarre i dati personali dei consumatori. Le tecniche sono le più disparate, dalla truffa del sì pronunciato al telefono ed utilizzato dai truffatori per permettere la sottoscrizione di altri contratti, fino ad un’offerta estremamente vantaggiosa valida però per poco tempo.

Di pari passo con i call center ci sono le truffe poste in essere con le email. È il cosiddetto pishing, ovvero una finta comunicazione ufficiale che ha l’unico scopo di sottrarre dati e credenziali d’accesso di clienti distratti o impauriti dall’improvviso sopraggiungere di un problema.

In ultimo, non certo per importanza, ci sono le truffe poste in essere da finti tecnici del servizio di luce e gas che si presentano all’uscio di casa dei clienti. Spesso questi soggetti chiedono il pagamento di vecchie bollette arretrate o fanno firmare documenti con l’arte del raggiro. In taluni casi, non così isolati, i truffatori da pianerottolo si intrufolano in casa dei clienti facendo loro credere di voler proporre l’offerta, ma in realtà hanno l’intento di rapinare il malcapitato.