Per Axa le competenze digitali sono sempre più cruciali per la crescita aziendale

Il futuro del lavoro, si sa, passa dall’aggiornamento e dalla formazione sulla tecnologia, sull’innovazione e sulla digital revolution che stanno trasformando l’economia e la società globale e che, ovviamente, non risparmiano il settore assicurativo che deve confrontarsi con nuovi paradigmi. Ne è convinto il Gruppo Axa Italia che anche quest’anno, non a caso, ha promosso tra i suoi dipendenti “Mastering Data for Insurance”, un corso di perfezionamento progettato e realizzato da Sda Bocconi School of Management.

Capire il potenziale dei Big Data per il servizio al cliente

L’obiettivo è appunto approfondire le competenze dei partecipanti nella gestione strategica del patrimonio dei dati aziendali. “Mastering Data for Insurance”, giunto alla sua seconda edizione, infatti, è un percorso di upskilling della durata di un anno che Axa dedica al personale e in particolare a 25 dipendenti (di cui il 44% donne) con un’età fra i 26 e i 42 anni, appartenenti a tutte le funzioni aziendali. Il programma prevede 150 ore di lezione, articolate in 7 moduli, che consentiranno ai corsisti di approcciare con la sintassi di Python, il machine learning, il deep learning e il data visualization da applicare nelle loro responsabilità quotidiane, nelle progettualità strategiche e nella declinazione del modello di “customer centricity”.

Simone Innocenti, direttore HR Axa Italia

«Puntiamo a diventare una data driven company»

«Il percorso “Mastering Data for Insurance” è un progetto sfidante che conferma l’ambizione di Axa Italia di essere una “data driven company” con un investimento importante su competenze data in tutta l’organizzazione» spiegano in azienda, «i partecipanti al corso, infatti, provengono da 11 diverse aree aziendali con l’obiettivo di creare una “contaminazione positiva” e di ampliare la community di persone capaci di capire il potenziale della tecnologia e dei dati per il servizio al cliente. Grazie all’ampliamento del numero di “professionals” con competenze avanzate nei big data e nell’intelligenza artificiale, il corso rappresenta un tassello di una strategia a 360° che mette al centro il cliente per fornirgli la migliore esperienza sfruttando tecnologia e digitale».

Un progetto sulle competenze che va avanti da 3 anni

«L’impegno di AXA Italia continua per costruire le skill del futuro investendo sulle persone e per dotarle di competenze applicabili subito ed utili per il business e i clienti. Quest’anno lo facciamo con dei contenuti rinnovati in chiave customer e sempre più tarati sulla nostra realtà» spiega Simone Innocenti, Direttore Hr, Organization & Change Management di AXA Italia. «Vogliamo offrire ai nostri clienti la migliore esperienza sfruttando tecnologia e digitale, puntando su nuovi servizi e modelli di business, andando oltre l’assicurazione per soddisfare le loro aspettative e risolvere i loro problemi. Stiamo lavorando, ormai da 3 anni, sulla infrastruttura e sull’investimento in cultura e competenze sui data, coinvolgendo tutta l’organizzazione” gli fa eco Anna Maria Ricco, Chief Transformation Officer del Gruppo.

Anna Maria Ricco, Chief Transformation Office

Big data, Machine learning e Ai: le nuove chiavi del business

Per il Program Director Gaia Rubera «Con questa iniziativa, Axa dimostra grande attenzione ai temi dei Big Data, Machine Learning e Intelligenza Artificiale. Siamo molto felici di poter contribuire a questo importante progetto di upskilling messo in campo da Axa, su temi oramai centrali nei percorsi formativi sia dell’Università Bocconi che di Sda Bocconi. Miriamo a formare due competenze fondamentali nell’economia di oggi: la prima è tradurre le esigenze del business nel linguaggio dei data e computer scientists. La seconda è comprendere cosa è possibile fare con gli algoritmi di Machine Learning e Intelligenza Artificiale in modo da poterne sfruttare il potenziale a livello di business».