L’85% dei colleghi in Europa si dichiara appagato del proprio lavoro. Confermata anche la fiducia nell’azienda con il 94% dei rispondenti ottimista sul futuro del Gruppo. Lo rende noto Covivio che ha dato voce ai propri team attraverso una “Barometer survey”, condotta dalla società di consulenza Kantar TNS Institute, per valutare il livello di benessere aziendale. L’indagine, realizzata per il quinto anno consecutivo in Europa, e il terzo in Italia, ha coinvolto la totalità della popolazione aziendale in Europa (987 risorse) con un tasso di risposta dell’83% a livello di gruppo e del 98% in Italia.

Benessere aziendale, l’84% si sente appagato

Si consolidano i risultati eccezionalmente positivi già raggiunti nel 2021 dal team italiano che conta circa 100 risorse tra Milano e Roma. Il livello di soddisfazione ha raggiunto l’84% in tutte le 4 aree oggetto di indagine. Commitment e orgoglio di far parte del team di Covivio (84%). L’87% fiducia nella leadership e nel management diretto. Consapevolezza degli obiettivi e della strategia aziendale (87%). Efficienza organizzativa e presenza di un clima collaborativo (81%). Inoltre, il 96% dei dipendenti in Italia si ritiene ottimista riguardo il futuro di Covivio e l’87% rispetto al proprio futuro professionale in azienda (87%).

Team italiano, i risultati si confermano positivi

Fattore chiave per il raggiungimento di un risultato così premiante, in linea con quanto registrato nel 2021, è l’impegno di Covivio nella promozione di una cultura aziendale inclusiva (popolazione aziendale costituita per il 50% da donne e per il 50% da uomini, con il 50% di presenze femminili in ruoli dirigenziali) e la realizzazione di iniziative di people strategy che coinvolgono i dipendenti in attività di volontariato e agevolano l’integrazione tra vita privata e sfera professionale, quale la nuova edizione di “Bimbi in ufficio”.

Covivio premia per l’ambiente di lavoro ideale

“I risultati particolarmente soddisfacenti dell’indagine che abbiamo condotto ci incoraggiano a proseguire con le numerose iniziative di people strategy”, ha commentato Giovanna Ruda, chief corporate officer Italy di Covivio. “Investire sul benessere delle nostre persone stia diventando una leva sempre più strategica per attrarre e trattenere i talenti. La pandemia ha senza dubbio spinto le persone a riconsiderare priorità e aspettative legate alla vita professionale, per questo l’integrazione tra vita privata e sfera personale è oggi un obiettivo centrale dei nostri programmi. Bimbi in ufficio è l’occasione perfetta per permettere a colleghe e colleghi di trascorrere del tempo insieme, coinvolgendo anche le famiglie, e siamo molto felici di rinnovare questo appuntamento all’insegna della solidarietà”, ha aggiunto.

LEGGI ANCHE: “Istat, produzione industriale in calo. Ad aprile perde quasi il 2%”