Banca Mediolanum
Massimo Doris, amministratore delegato di Banca Mediolanum

Il consiglio di amministrazione di Banca Mediolanum ha approvato i risultati economici per il 2023, che hanno prodotto un dividendo di 0,42 euro per azione pari a un totale di 311 milioni di euro. A novembre è stato pagato un acconto di 0,28 euro, quindi il  dividendo  complessivo proposto per l’esercizio 2023 ammonta a 0,70 euro per azione, per un totale di circa 519 milioni di euro, il 40% in più rispetto al 2022. «Sono veramente felice di commentare i risultati  che Banca Mediolanum ha conseguito nel 2023 – dichiara l’amministratore delegato Massimo Doris Un anno che definisco semplicemente straordinario, in  particolare per il record di utile di esercizio di 822 milioni di euro. In questa sede mi preme sottolineare  alcuni punti chiave. Come tutto il settore bancario, nel 2023 abbiamo beneficiato del repentino rialzo dei  tassi e del conseguente contributo derivante dal margine da interessi. Il 2023 di Banca Mediolanum peraltro non va osservato in modo isolato, ma deve essere analizzato in sequenza con gli esercizi precedenti, come un anno di ulteriore conferma di un trend di crescita  strutturale che parte da lontano, attraversando in aggiunta anni difficili come quelli della pandemia e  delle tensioni geopolitiche. Questa espansione di lungo corso, generata da un modello di business ampiamente diversificato e  fedelmente in linea con la consueta strategia di consulenza omnicomprensiva al cliente, ha condotto  all’attuale salto dimensionale».

Sono cresciuti anche i clienti di Banca Mediolanum

Tra le note positive non c’è solo la crescita in ordine di valore per l’istituto di credito, ma anche a livello di clienti. «Una nuova base per gli anni a venire, – continua Doris – un nuovo ordine di grandezza in  termini di risultati economici, solidità patrimoniale, remunerazione degli azionisti, masse in gestione,  capacità occupazionale e, più importante di tutti, una customer base di 1 milione e 800mila clienti che  quotidianamente ci accorda la propria fiducia e ci affida i propri risparmi. Ne è riprova il primo mese  del 2024, con oltre 18mila nuovi clienti che hanno già scelto il Gruppo Mediolanum.  Concludo ringraziando per questa performance tutte le donne e tutti gli uomini di Banca Mediolanum,  da chi è entrato ieri a chi ha cominciato questa splendida avventura nel 1982 accanto a Ennio Doris». 

L’Utile Netto è pari a 821,9 milioni di euro, in aumento del 62% rispetto allo scorso anno. Il Margine di  Contribuzione è inoltre aumentato del 30% a € 1,77 miliardi mentre il Margine Operativo, pari a  € 987,7 milioni, è cresciuto del 49% rispetto al 2022.  Le Commissioni Nette hanno raggiunto € 1,03 miliardi, +6% anno su anno, grazie al positivo  andamento dei mercati e del significativo contributo della raccolta netta gestita.  Il Margine da Interessi, pari a € 752,4 milioni, è cresciuto dell’85% rispetto al 2022.  Il totale delle Masse Gestite e Amministrate ha raggiunto € 118,07 miliardi, in aumento del 14% rispetto al 31 dicembre 2022.  Gli Impieghi alla clientela retail del Gruppo si attestano a € 17,03 miliardi, in crescita del 4% rispetto al 31 dicembre 2022.   La Raccolta Netta Totale è stata positiva per  7,13 miliardi, in diminuzione del 14%, mentre la  Raccolta Netta Gestita ha raggiunto € 4,01 miliardi, in flessione del 33% rispetto allo scorso anno,  ma in netta controtendenza rispetto ai risultati del mercato (la raccolta netta in fondi aperti di  Assogestioni ha registrato fuoriuscite per € 20,5 miliardi). 

Calano i crediti erogati

La politica di stretta dei tassi si è fatta sentire anche per Banca Mediolanum a livello di erogazione di tassi. I Crediti Erogati ammontano a 2,97 miliardi di euro, che sono il 26% in meno rispetto all’anno precedente. I Premi Assicurativi delle Polizze Protezione, inoltre, hanno registrato una diminuzione dell’1%,  attestandosi a € 181,6 milioni. Il numero dei Family Banker è pari a 6.216, in crescita del 3%, mentre il totale dei Clienti bancari si  attesta a 1.799.100, in aumento del 7% anno su anno.