Babaco Market spegne la sua prima candelina in Italia e cresce a doppia cifra

A maggio 2020 Babaco Market – il delivery 100% made in Italy di frutta e verdura fuori dall’ordinario che combatte lo spreco che si origina dal campo al mercato – è arrivato in Italia per rispondere a due esigenze dei consumatori sempre più evidenti e che hanno subito una forte accelerazione a causa dell’emergenza sanitaria dovuta al Covid-19: la crescita dei servizi di spesa online e l’aumentata consapevolezza dell’importanza di un consumo più sostenibile.

Oltre a voler soddisfare gli orizzonti d’attesa dei potenziali acquirenti, Babaco Market nasce con il desiderio di inserirsi in maniera virtuosa nella filiera distributiva di frutta e verdura e con la volontà di contrastare in maniera attiva lo spreco alimentare e l’inquinamento. Una mission ambiziosa che ha portato traguardi importanti in questo primo anno di vita, come racconta Francesco Giberti, CEO e Founder di Babaco Market: “Siamo molto soddisfatti da questo primo anno durante il quale abbiamo contribuito a salvare circa 140 tonnellate di frutta e verdura e a evitare che venissero immesse nella nostra atmosfera 350 tonnellate di CO2. Attualmente collaboriamo con 100 produttori sparsi per tutto il territorio nazionale e i prodotti che inseriamo nelle nostre box sono 100% Made in Italy ”.

Nella lotta allo spreco di frutta e verdura Babaco Market è affiancato anche da RECUP, un’Associazione di promozione sociale che contrasta lo spreco alimentare attraverso un’azione partecipata e inclusiva nei mercati scoperti della città di Milano. “Collaboriamo con Babaco Market da tempo e riceviamo da loro tutta la frutta e la verdura recuperata dai produttori che resta invenduta. Grazie a questa sinergia siamo riusciti a salvare e ridistribuire circa 10 tonnellate di ortofrutta. Un importante successo che ci rende molto soddisfatti della collaborazione”, racconta Alberto Piccardo, presidente di RECUP.

Nato con il duplice obiettivo di costruire una filiera ecommerce virtuosa e sostenere il comparto agricolo italiano – contribuendo a generare valore da una parte del raccolto che a oggi rischia di essere perso perché non soddisfa i requisiti estetici della distribuzione o valorizzando piccole produzioni che fanno fatica a trovare sbocco commerciale sui canali di distribuzione mainstream – Babaco Market ha incontrato il favore dei consumatori che con le loro sottoscrizioni al servizio hanno contribuito a farlo cresce di mese in mese. “A oggi, gli utenti attivi al servizio sono più di 2.000 e abbiamo gestito un volume totale di oltre 20.000 consegne. Copriamo oltre 40 comuni tra Milano e hinterland, Monza, Brianza e da questo mese arriviamo anche nella provincia di Varese con Busto Arsizio e limitrofi. Cresciamo mensilmente a una media del +30% in termini di base utenti e del +54% in termini di ordini e fatturato”, spiega Francesco Giberti. 

Un bilancio più che positivo per questo primo anno di vita che fa sperare in una crescita costante e continua che vedrà presto estendersi su altre sedi gli orizzonti di consegna delle Babaco Box. “Per la seconda metà dell’anno abbiamo in progetto di espanderci ad altre grandi città del nord Italia tra cui Torino, Bergamo, Brescia per arrivare poi nel 2022 su Bologna e Reggio Emilia”. Conclude Giberti. 

La crescita costante e la mission sostenibile sono valse a Babaco Market anche l’importante riconoscimento di B Holding e B Heroes che l’hanno selezionata tra 150 startup per il progetto “StartupPerMilano”, promosso per valorizzare le startup che migliorano la vita delle persone. Babaco Market è stata scelta perché rappresenta “la migliore opportunità di investimento” e le è stato assegnato un premio di €100.000. “Crediamo molto nel potenziale di Babaco Market e come B Holding vogliamo sostenere l’innovazione che per essere realmente definita tale non deve solo creare un business diverso e innovativo, ma migliorare la qualità della vita delle persone e innescare delle piccole rivoluzioni in processi consolidati come, per esempio, la filiera produttiva”, dichiara Zeno Pellizzari, Ceo di B Holding – Società di partecipazioni promossa da Fabio Cannavale con più di 50 soci e un portafoglio di 120 partecipazioni.