SomeAsshole, l'opera Nft di Xcopy venduta per 3,8 milioni di dollari

Osservate bene questa immagine. No, non è lo scarabocchio di un bambino, cui, per neutralizzarlo, è stato piazzato in mano un tablet. Si chiama Some Asshole – ambasciator non porta pena – ed è una gif creata nel 2018 da un sedicente artista digitale – nickname Xcopy – che l’anno scorso un collezionista di Nft – nickname Cozomo_De_Medici – ha acquistato sulla piattaforma Opensea per 1.300 ethereum, ovvero 3,8 milioni di dollari. Una gif. Tre virgola otto milioni di dollari. Ora, che ci venga il dubbio di non capire proprio nulla di arte, passi. Che ci venga la voglia di provare anche noi, pure. Non sentendoci in grado di realizzare un’opera di pari valore artistico, puntiamo sul sicuro: Luca D’Urbino, artista contemporaneo di fama internazionale che, focalizzandosi sulle metafore visive, illustra (anche) le nostre copertine di Economy e di Investire. Non capendo nulla (o quasi) di blockchain, smart contracts, token ed Nft, chiediamo l’aiuto a degli specialisti che abbiamo già incontrato sulle pagine di Economy: Knobs, società di sviluppo software specializzata in tecnologia blockchain. Ci metterà a disposizione due “angeli custodi”: Andrea Ciliberti, Head of growth, e Stefano De Cillis, software engineer, che ci guideranno nel magico mondo degli Nft. Ci incontreremo ogni settimana e, insieme, studieremo le strategie migliori, indagheremo i canali più indicati e cercheremo di capire come ottimizzare i nostri sforzi. Vogliamo scoprire non solo come funziona, ma anche come investirci. Seguiteci per scoprire insieme a noi il mondo dell’arte Nft!

Leggi QUI la seconda puntata, QUI la terza e QUI la quarta!