filiere

Eccellenza delle filiere e PMI, una giornata di lavoro che ha fatto il punto sulle sfide che le imprese del nostro paese si trovano ad affrontare. L’evento che si è svolto al tempio di Adriano a Roma, nato dalla partnership tra FuturItaly Camera di Commercio di Roma, Banca Popolare di Sondrio, RSM Italy e FIPE Confcommercio, ha coinvolto importanti player finanziari e del mondo produttivo e ha rappresentato un momento di divulgazione e promozione del tessuto produttivo delle PMI italiane inserendosi tra le iniziative di apertura della settimana che accompagna la celebrazione della prima giornata del Made in Italy, il prossimo 15 aprile che celebrerà la creatività e leccellenza italiana.

filiere

I territori al centro 

L’appuntamento romano ha voluto coniugare eccellenze e futuro, dove i territori sono stati consacrati come elementi più importanti per lo sviluppo. «In democrazia economica sono le nostre piazze ad essere protagoniste e questa iniziativa nasce per dare una risposta» ha sottolineato a chiare lettere in apertura il padrone di casa Pietro Abate Segretario Generale CCIAA di Roma. Focus dell’incontro: le nuove sfide che le nostre imprese si trovano ad affrontare e le misure normative e finanziarie europee e nazionali utili a supportarne e ad accompagnarne lo sviluppo. Nei due panel cui si sono susseguiti professionisti e istituzioni per esplorare il made in Italy nelle sue varie sfaccettature, soprattutto in merito alle filiere strategiche del settore tessile di cui ha parlato Giacomo Vigna, Direzione generale per la politica industriale, linnovazione e le PMI del Ministero delle Imprese e del Made in Italy che ha sottolineato come «i 57 articoli del ministero preposto per le aziende del nostro paese sono in costruzione e nel mese di giugno sara’ auspicabilmente legge pronta per essere utilizzata dalle aziende italiane».