I nuovi aumenti per luce e gas e relative bollette è sempre più vicino, continua a salire il prezzo dei carburanti. Il Cdm si svolgerà però fra le nuove tensioni dell’esecutivo con M5S e Lega.

Atteso nuovo intervento sul caro energetico

Per questo motivo oggi, giorno in cui anche Arera renderà noti i prezzi per il mercato tutelato, è atteso un nuovo intervento sul tema bollette. Inoltre l’aggiornamento del documento contenente le previsioni di finanza pubblica previsto per oggi consentirà di valutare la disponibilità di nuove ulteriori misure per intervenire a smussare gli effetti sul Paese dei costi dell’energia per famiglie e imprese.

Draghi alle prese anche con M5S e Lega

In questo contesto resta però evidente agli occhi di tutti che la partenza anticipata di Mario Draghi dall’importante vertice Nato di Madrid è stata animata anche da preoccupazioni di altra natura.

Se gli aiuti sono all’ordine del giorno, la preoccupazione sembra animare anche i rapporti tesi provenienti dalle aree di M5S e Lega. Ieri infatti Giuseppe Conte è salito al Colle dove si è intrattenuto con il Presidente Mattarella per oltre un’ora, per fare chiarezza sulle tensioni generate da presunte interferenze del premier sulla presenza di Conte nel M5S.  Al tempo stesso, due temi affidati al dibattito parlamentare diventano occasione di un nuovo possibile scontro nella maggioranza: non è gradita agli ambienti leghisti l’ipotesi di legiferare su Ius Scholae e Cannabis.