artigianato edilizia lombardia
Una giornata intera a Monza per ridisegnare le filiere di artigianato ed edilizia in Lombardia.  È quella che è andata in scena a Monza con tutti i presidenti delle associazioni di categoria ed è stata organizzata dall’assessore allo Sviluppo Economico di Regione Lombardia Guido Guidesi, dopo il successo delle iniziative dedicate all’industria e al commercio tenutesi rispettivamente a Brescia e Bergamo.
artigianato ed edilizia in Lombardia

Un investimento da 34 milioni di euro per artigianato ed edilizia

Tra le novità spicca un bando da 34 milioni di euro che sostiene la capacità di innovazione, di produzione e di investimento delle imprese. “La strada intrapresa da un anno – ha spiegato l’assessore Guidesi – è orientata al concetto di filiere ovvero al consolidamento dei rapporti tra mondo produttivo, mondo accademico e scientifico e istituti formativi per la creazione di veri eco-sistemi. La parola chiave, dunque, è progettualità in un lavoro a sistema”. L’obiettivo di questo percorso è quello di riconoscere e supportare il rafforzamento, la resilienza e la competitività delle filiere produttive e di servizi e degli ecosistemi industriali, produttivi ed economici del proprio territorio e poi sviluppata con misure specifiche a supporto. Alla base c’è la strategia politica e industriale figlia di un indirizzo adottato a Bruxelles dal commissario Thierry Breton che ha scelto 14 eco-sistemi strategici su cui concentrare l’azione. “Regione Lombardia – ha detto ancora Guidesi – ha aggiunto alla ricetta europea un grado di flessibilità, lasciando libertà agli imprenditori di manifestare i propri progetti anche al di là dei settori ‘privilegiati’ dall’Europa. Siamo, infatti, convinti che una pianificazione strategica settoriale ci consentirà di anticipare i tempi e di certificare le nostre leadership. Capofila, fornitori, università e centri di innovazione insieme verso il futuro con il sostegno di Regione”.
artigianato e edilizia lombardia

Quante sono le filiere coinvolte in Lombardia 

Le filiere coinvolge sono in tutto 45 e nel complesso vi partecipano 900 soggetti tra imprese, università, centri di ricerca e istituti di credito e che sono presenti in tutte le 12 province lombarde. L’86% dichiara come obiettivo quello dell’innovazione e della sostenibilità e il 34% ha per oggetto un progetto specifico di sostenibilità ed economia circolare. Mediamente il ‘partenariato’ si compone di 20 soggetti. Gli artigiani, con il presidente Giovanni Bozzini (CNA Lombardia), hanno sottolineato “quanto sia il tempo, dopo la pandemia e nelle reti globali del valore, di ricostruire Comunità di micro imprese caratterizzate da forti legami di filiera, lavorando su digitalizzazione, economia circolare, internazionalizzazione condivise.
artigianato edilizia lombardia
Così come il settore edilizia che, con il presidente di ANCE Lombardia Tiziano Pavone, conferma quanto “Il sistema regionale delle costruzioni abbia valutato positivamente l’attivitá di sostegno delle filiere idnustriali avviate da Regione Lombardia; infatti, 3 delle 45 filiere riconosciute sono direttamente partecipate da imprese associate e dal sistema associativo territoriale della Lombardia e i temi dei provetti sono quelli dell’innovazione di processo e della transizione ecologica, questioni al centro del futuro del settore. Un plauso é arrivato anche da Confartigianato Lombardia con il presidente Eugenio Massetti: “Non c’è dubbio che l’artigianato e la PMI vive la dinamica della filiera come occasione per crescere in una valorizzazione collettiva dell’unicità che contraddistingue il nostro saper fare”.