Amplifon

Amplifon lancia il suo nuovo piano di sostenibilità “Listening Ahead”. Il piano si compone di 20 nuovi targets in quattro aree: prodotti e servizi, persone, comunità, etica, con orizzonte al 2026, 2028 e 2030.

Amplifon, ecco il nuovo piano di sostenibilità

Il gruppo promuove l’accessibilità alla cura dell’udito, di esperienze sempre più innovative per i clienti, ma anche il supporto a studenti e professionisti per entrare nel settore dell’hearing care. Lo sviluppo dei talenti, in termini di competenze e crescita professionale, attraverso un ambiente di lavoro sano e inclusivo che garantisca pari opportunità per tutti.

Il gruppo punta sui talenti e sui giovani

Non meno importante la sensibilizzazione dei più giovani alla prevenzione e al benessere uditivo, grazie a progetti di alto valore sociale e al coinvolgimento attivo dei dipendenti Amplifon nelle attività delle Fondazioni del Gruppo. Infine, un’attenzione particolare è rivolta all’integrazione dei criteri di sostenibilità nella gestione responsabile della catena di fornitura, oltre che alle nuove iniziative per la lotta al cambiamento climatico e per promuovere la circolarità.

Il secondo piano dopo quello del 2021

Si tratta del secondo piano di sostenibilità della storia di Amplifon dopo quello annunciato nel 2021 con obiettivi fino al 2023. Dal 2016, il leader mondiale nelle soluzioni e nei servizi per l’udito, ha intrapreso un percorso di sostenibilità organico e incentrato sull’ascolto dei propri stakeholder: dei clienti e delle loro esigenze, di tutti i dipendenti e collaboratori, delle comunità locali e delle future generazioni, della catena del valore e dell’ambiente in cui l’azienda opera.

LEGGI ANCHE: “Tik tok, la fuga dei marchi Usa, il doping cerebrale e le guerra in Russia”