Seconda il fondo Ambienta è necessario investire nella gestione idrica

«Lo scorso settembre, il rifugio Quintino Sella, arroccato a 2.640 metri nelle Alpi italiane, ha chiuso. Era la terza volta in 65 anni. Due volte prima era successo a causa delle nevicate precoci di fine estate; quest’anno è stato a causa della siccità e del conseguente costo del trasporto dell’acqua in alto»: è la notizia, ignota ai più, con cui “Ambienta sustainability lens”, newsletter del primo e più autorevole fondo italiano di private equity ad essersi specializzato in investimenti ecologici, apre il suo editoriale.

L’acqua non ha sostituti, quando manca la vita finisce   

«Questa località – prosegue il testo – ha sofferto della caratteristica intrinseca dell’acqua: non ha sostituti. Se non è disponibile per 3 giorni, le persone muoiono. Se manca durante la stagione dell’irrigazione, il cibo va perso. Se non è potabile, la gente si ammala. Anche se il nostro pianeta appare come un “marmo blu” dallo spazio e l’acqua copre il 71% della sua superficie, solo lo 0,01% dell’acqua dolce è effettivamente accessibile e rinnovabile. È preziosa ed essenziale. Eppure, la società del mondo sviluppato generalmente la sottovaluta. Pensiamo che l’acqua sia abbondante e facilmente disponibile in termini di quantità e qualità, anche quando non lo è. Quattro miliardi di persone, più della metà della popolazione mondiale, sperimentano la scarsità d’acqua almeno un mese all’anno e 1,42 miliardi di persone vivono in zone ad alta vulnerabilità idrica».

Il climate change sta sconvolgendo il ciclo dell’acqua

«I modelli di consumo insostenibili e inquinanti minacciano un falso senso di sicurezza prevalente, soprattutto nel mondo sviluppato – si legge ancora nella newsletter di Ambienta – mentre ci prepariamo ad affrontare le conseguenze a lungo termine del cambiamento climatico, un’efficace gestione sostenibile dell’acqua dovrebbe essere in cima all’agenda di tutti. Poiché la gestione pubblica e privata dell’acqua ha mostrato debolezze in tutto il mondo, discutiamo in questo Ambienta Lens come gli investitori possono contribuire a migliorare la disponibilità e la qualità dell’acqua investendo lungo l’intero ciclo».