GUIDO GRIMALDI COMMERCIAL DIRECTOR GRIMALDI GROUP - PRESIDENTE ALIS

La sostenibilità ambientale, economica e sociale sono state al centro della prima tappa di “Alis on Tour” a Roma alla presenza dei Ministri Lamorgese, Gelmini, Stefani, Bonetti e Di Maio, dei Sottosegretari Messina, Nesci e Mulè, del Vicepresidente della Camera dei Deputati Rosato e di tanti illustri ospiti. «Si tratta di un ulteriore segnale di grande apprezzamento per il lavoro svolto dal settore del trasporto e della logistica» ha detto il Presidente di ALIS Guido Grimaldi al primo appuntamento di “Alis on tour. L’Italia in movimento alla scoperta del Mezzogiorno”, che vedrà protagonista l’Associazione il prossimo 14 giugno a Napoli, il 5 luglio a Manduria (Taranto) e, infine, il 2 agosto a Catania.

Una collaborazione stretta con le istituzioni

«Siamo partiti da Roma, dalla nostra sede nazionale dell’Associazione, -ha detto Guido Grimaldi – per la prima tappa di ALIS ON TOUR, che abbiamo voluto organizzare al fine di evidenziare l’importanza strategica del settore del trasporto e della logistica per il sistema produttivo nazionale e per i nuovi scenari euro-mediterranei. Le importanti presenze di autorevoli ospiti, moderati da grandi professionisti come Bruno Vespa, Maria Soave e Nunzia De Girolamo, rappresentano un segnale di grande apprezzamento nei confronti del nostro settore e del dialogo che continuiamo a promuovere tra istituzioni, imprese, professioni e terzo settore. Siamo infatti orgogliosi della partecipazione di ben cinque Ministri, Luciana Lamorgese, Mariastella Gelmini, Erika Stefani, Elena Bonetti e Luigi Di Maio, tre Sottosegretari di Stato, Assuntela Messina, Dalila Nesci e Giorgio Mulè, il Vicepresidente della Camera dei Deputati Ettore Rosato e la Presidente della Commissione Lavoro Romina Mura. Numerosi quindi gli esponenti istituzionali, che si sono confrontati su sviluppo sostenibile, innovazione digitale, sicurezza nazionale ed internazionale, formazione e occupazione, inclusione e responsabilità sociale con gli altri illustri relatori: il Direttore dell’INAIL Andrea Tardiola, il Contrammiraglio Massimo Seno del Corpo delle Capitanerie di Porto, il Presidente di Assoporti Rodolfo Giampieri, il Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centro-Settentrionale Pino Musolino, la Direttrice della Fondazione Santobono Pausilipon Flavia Matrisciano e il Presidente della Federazione Italia Sport Equestri Marco Di Paola»

LEGGI ANCHE: Guido Grimaldi confermato (all’unanimità) al timone di Alis

Le proposte di Alis al governo

Nel ringraziare il Governo per le iniziative messe in campo finora e per l’accelerazione sull’attuazione del PNRR, il Presidente di ALIS Guido Grimaldi ha però illustrato anche le istanze ritenute necessarie dal popolo del trasporto e della logistica: «Auspichiamo – ha continuato – l’intervento del Governo attraverso l’aumento della dotazione finanziaria a 100 milioni di euro all’anno per Marebonus e Ferrobonus dal 2022 al 2030, in quanto tali incentivi sono necessari per supportare le imprese del comparto e per avviare una seria ed importante transizione modale e, dunque, ecologica. Inoltre, riteniamo prioritario intervenire per rendere più attrattivo il nostro settore avvicinando sempre più le nuove generazioni e contribuendo quindi alla crescita occupazionale del Paese e alla risoluzione di un problema serio riscontrato dalle nostre aziende, cioè la forte carenza di figure professionali qualificate. Infine, ci auguriamo che si giunga all’esenzione del sistema EU-ETS per le Autostrade del Mare e le linee di cabotaggio insulare italiane e dall’Italia verso l’estero, al fine di evitare – conclude il Presidente Grimaldi – il concreto rischio di un back shift modale, che rischierebbe di far tornare indietro di 30 anni la logistica marittima e, soprattutto, porterebbe nuovamente milioni di camion sulle autostrade italiane».

.