Il 60% degli italiani oggi preferisce avviare e concludere in concessionaria la trattativa per l’acquisto della vettura. Tre i principali limiti dell’online percepiti: la sicurezza, l’impossibilità di testare la vettura, l’assenza della trattativa in presenza con il dealer. Online e social sono giudicati unanimemente un prezioso archivio cui attingere informazioni prima di recarsi nell’autosalone. Ma non un “luogo virtuale” in cui concludere l’acquisto

Sono queste le principali evidenze che emergono dalla nuova instant survey “Acquisto auto in digitale, l’Italia è pronta?”, condotta da Areté (azienda leader nella consulenza strategica) nel mese di aprile per indagare sul campo la diffusione delle nuove modalità digitali di acquisto dell’auto.

Lo studio arriva a 12 mesi di distanza da uno simile effettuato nel 2022 e non rivela passi in avanti nel processo di digitalizzazione dell’acquisto dell’auto: il 60% degli intervistati conferma di voler condurre in concessionaria tutti i passaggi necessari per comprare la prossima vettura; il 33% si dice disponibile a configurare online la propria auto, ma a patto di finalizzare l’operazione ed effettuare il pagamento presso il salone del dealer; solo il 7% del campione è già pronto a fare tutto online.

Gli italiani ancora non si fidano dell’acquisto online dell’auto

Per gran parte degli italiani l’acquisto in concessionaria viene ancora ritenuto il metodo più sicuro, affidabile e in grado di offrire un miglior servizio di consulenza.

A frenare ancora l’acquisto online sussistono diversi fattori: la necessità di vedere l’auto di persona e di effettuare il test drive (indicato dal 40% dei rispondenti), la convinzione di ricevere in presenza una consulenza più approfondita (31%), la possibilità di spuntare de visu una maggiore scontistica (24%).

L’età naturalmente incide su questo tipo di scelta: l’82% di coloro che si dichiarano pronti a scegliere e pagare l’auto interamente online, anche senza prima vederla e provarla, ha meno di 42 anni e lo fa perchè la ritiene la modalità digitale più efficiente, in quanto evita spostamenti verso la concessionaria, più sicura, in quanto tutto è tracciato e anche più competitiva sul fronte economico (mediamente gli acquisti online costano meno di quelli effettuati n negozio).

Si fa strada il digital, ma solo per acquisire le informazioni sulla vettura

Se l’habitat ideale per la fase di trattativa e di compravendita resta l’autosalone, 7 italiani su 10 prima di entrare in concessionaria o comunque di procedere all’acquisto cercano online le prime informazioni relative all’auto da comprare. La facilità nel reperire in rete indicazioni su tutti i modelli presenti sul mercato, le schede tecniche, i test e i pareri degli esperti costituiscono spesso materiale utile per arrivare preparati al contatto con il dealer.