Accordo Governo Regione
GIORGIA MELONI PRESIDENTE DEL CONSIGLIO

Il presidente del consiglio Giorgia Meloni ha firmato oggi un accordo Governo Regione di coesione con la Regione Lombardia a Milano. Si tratta del quinto accordo firmato con una regione italiana ed è, con quello con il Lazio, quello sul piano finanziario più significativo. Verranno investiti in Lombardia 1 miliardo e 210 milioni di euro, che serviranno a diverse opere come la riqualificazione del quartiere Rogoredo a Milano, un robusto intervento nelle università del capoluogo e l’intervento sulle infrastrutture. Arriveranno anche nuovi vagoni dei treni e una sessantina di treni a Idrogeno.

Cosa sono i Fondi di coesione

L’obiettivo dell’accordo Governo-Regione è quello di sfruttare al meglio i Fondi di coesione. Si tratta di fondi strutturali europei, che vengono organizzati su un ciclo pluriennale, e hanno l’obiettivo di combattere la disparità tra i territori. Questo tipo di accordo prevede un cofinanziamento a livello nazionale. «Il punto – ha detto la presidente del consiglio Giorgia Meloni – è che spesso era accaduto in passato, anche se non con la Regione Lombardia – diciamoci la verità -, che questi Fondi molto spesso non venissero utilizzati nella loro totalità. Il paradosso di questa Nazione è che, mentre noi sappiamo che ci mancano risorse un po’ dappertutto, molto spesso le risorse ci sono ma non vengono spese o non vengono spese nei tempi o non vengono spese adeguatamente. Quindi il lavoro che questo Governo ha fatto, dall’inizio del suo mandato, grazie come dicevo al contributo e alla determinazione del Ministro Fitto, è stato fare un punto con tutte le Regioni sullo stato di attuazione della precedente programmazione e sulle priorità della nuova programmazione di questi Fondi europei. All’esito di questo lavoro che ci ha consentito di fare il quadro sulla realtà che c’era, noi abbiamo varato un decreto, che è il Decreto Sud, nel quale riorganizziamo i Fondi di coesione».

Come funziona la gestione dei fondi di coesione

Le priorità di spesa saranno vengono proposte dalla Regione ma vanno condivise col Governo. Verranno anche istituiti meccanismi di responsabilizzazione, che prevedono da una parte la possibilità di de-finanziare progetti quando le risorse dovesse rischiare di non essere spese, e anche di fare intervenire poteri sostitutivi per combattere e risolvere eventuali problemi di ritardi o lungaggini. Questo tipo di intervento va di pari passo con la gestione dei fondi del Pnrr. «In tutto questo, – dice Meloni – abbiamo rinegoziato il PNRR inserendo all’interno dello stesso anche il capitolo sul RePowerEU che in molti casi ci aiutava anche a risolvere delle criticità su progetti che sarebbe stato alla fine difficile finanziare con le risorse del PNRR e che abbiamo scelto di concentrarlo su quelle che sono le priorità mutate di una Nazione che oggi si trova in un contesto completamente diverso da quello che c’era quando il PNRR fu scritto. Abbiamo così liberato 21 miliardi di euro che abbiamo deciso di concentrare su alcune grandi priorità».

Quanto verrà investito nell’accordo Governo-Regione

L’accordo tra il Governo e la Regione prevede anche un investimento economico. «Con l’Accordo di oggi noi investiamo su questo territorio complessivamente 1 miliardo e 210 milioni di euro – dei quali 185 erano già stati anticipati nel 2021-, ma se a queste risorse aggiungiamo le quote di cofinanziamento locale, regionale, nazionale e la capacità anche di attrarre investimenti privati, della quale la Regione Lombardia è particolarmente capace, la somma totale supera il miliardo e 860 milioni di euro. – continua Meloni – Quindi sono quasi 2 miliardi di euro che vengono investiti su questo territorio, che noi abbiamo concentrato su poche priorità: sono complessivamente 13 progetti – sto andando a memoria – e sono risorse che quindi non disperdiamo in mille rivoli, ma che cerchiamo di concentrare su grandi iniziative».

LEGGI ANCHE: Start-up, alla Lombardia due premi nazionali per l’innovazione

Quali sono i progetti della Lombardia nell’accordo Governo-Regione

Giorgia Meloni ha poi illustrato quali sono gli investimenti che verranno effettuati in Lombardia nell’ambito dell’accordo Governo-Regione. «Queste grandi iniziative, lo ha già detto il Presidente Fontana, rispondono sostanzialmente a tre priorità. -ha spiegato .- Il potenziamento della mobilità. Ci sono 228 milioni di euro sui nuovi treni, di cui 68 dedicati ai treni a idrogeno – quindi sempre con una scelta che guarda al futuro. C’è un grande lavoro che abbiamo fatto sul tema della riqualificazione urbana, che riguarda: la riqualificazione della stazione di Milano-Cadorna con un investimento di 435 milioni di euro; un progetto da 300 milioni di euro per la riqualificazione di Palazzo Sistema, che chiaramente servirà a caratterizzare ancora di più lo skyline di Milano e che ospiterà la sede degli enti regionali; a Busto Arsizio – io sto citando chiaramente i principali – ci sarà la realizzazione di un parco lineare con il recupero del vecchio tracciato ferroviario, un progetto che vale circa 26 milioni di euro. E poi  c’è un pacchetto molto importante che è destinato al tema delle Università, della ricerca e dell’istruzione, che riguarda l’allestimento del nuovo campus dell’Università di Milano (circa 142 milioni di euro di investimento), il nuovo campus del Politecnico di Bovisa (60 milioni di euro di investimento), la rigenerazione urbana del Polo di chimica e scienza del farmaco dell’Università di Pavia e ci sono 60 milioni per realizzare il nuovo campus del Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano. E questo è un progetto del quale sono particolarmente orgogliosa perché il nuovo campus sorgerà a Rogoredo e noi sappiamo che Rogoredo è spesso stata nota alle cronache fuori da qui soprattutto per il tema del boschetto della droga».