Si apre il “cantiere” del Festival del Lavoro 2022, appuntamento inserito tra  gli eventi dell’Anno Europeo dei Giovani 2022 che è stato inaugurato oggi a Roma. Un percorso che  parte con la possibilità di iscriversi per partecipare in presenza all’evento di giugno e che, passando  attraverso alcuni appuntamenti collaterali nei mesi precedenti, culminerà nella tre giorni di  confronti, formazione e analisi su tutte le transizioni attualmente in corso, verso un modello  economico, produttivo e lavorativo il cui orizzonte è ancora tutto da definire. 

Organizzato dal Consiglio nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro e da Fondazione Studi, il  Festival del Lavoro si terrà dal 23 al 25 giugno nel Palazzo della Cultura e dei Congressi di Bologna e,  in contemporanea, in diretta streaming sul sito del Festival del Lavoro. «Per i Consulenti del Lavoro  è un appuntamento aperto al mondo, alla discussione con chi vuole capire dove va il lavoro,  l’economia e la società italiana – ha affermato la Presidente del Consiglio nazionale dell’Ordine,  Marina Calderone ‒. Due anni di pandemia ci hanno fatto capire quanto una condizione di difficoltà,  come quella che abbiamo vissuto, possa diventare occasione per cercare di portare  quest’esperienza nel futuro, attraverso quelli che saranno i nuovi percorsi e i nuovi lavori». 

Con un’attenzione specifica ai giovani, chiamati a progettare in prima persona gli orizzonti verso i  quali tendere e al centro dell’Anno Europeo dei Giovani 2022, iniziativa del Parlamento europeo e  del Consiglio dell’Unione il cui coordinamento al livello nazionale è garantito dal Dipartimento per  le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale della Presidenza del Consiglio dei Ministri. «L’autonomia lavorativa è molto importante – ha affermato Marco De Giorgi, Capo Dipartimento,  a margine dell’inaugurazione presso l’Auditorium Ara Pacis ‒ Dobbiamo aiutare i giovani a  riprendere i percorsi che hanno interrotto a causa della crisi pandemica, coinvolgendoli e favorendo  percorsi di enpowerment». Proprio per questo, il Festival del Lavoro vedrà percorsi tematici dedicati  e appuntamenti di incontro e confronto per intercettare opportunità di formazione e ricerca di  occupazione. In attesa del programma della tre giorni, sul sito www.festivaldellavoro.it le prime  informazioni per partecipare, previa iscrizione obbligatoria.