Mind

Il Mind Village è finito. Il primo lotto realizzato dal Milano Innovation District, il cantiere per la costruzione nella zona ovest di edifici nuovi, adibiti a uso misto, residenziale e commerciale è disponibile. Si tratta dei primi edifici che nascono dalla rigenerazione dell’ex Expo 2015. «Fin dall’inizio del progetto di 99 anni, la nostra sfida è stata quella di costruire a MIND una città all’avanguardia ha affermato il manager di Lendlease, Stefano Mininiun’area completamente decarbonizzata, votata all’innovazione e attenta alle esigenze e al benessere di chi la abita oggi e la abiterà domani: lavoratori, medici, professionisti, ricercatori, studenti di oggi e quelli del futuro campus universitario. MIND è un progetto ambizioso e di lungo periodo inquadrato in una partnership pubblico privata dove Lendlease in qualità di partner privato, ha l’onore e la responsabilità di costruire, coinvolgendo investitori istituzionali, uno dei distretti che meglio rappresenta Milano nel mondo». Cinquanta realtà si sono già insediate e il nuovo quartiere è già vissuto da oltre 7000 persone al giorno (includendo pazienti e personale dell’IRCSS Ospedale Galeazzi Sant’Ambrogio) e sede di uffici, laboratori e imprese di oltre 40 organizzazioni private. Inoltre, con l’avvio dei nuovi cantieri del Campus dell’Università Statale e del Westgate, lo sviluppo raggiungerà così oltre un terzo del totale di MIND–più di 1 milione di mq di superficie complessiva.

Quali sono i progetti futuri

I lavori per la costruzione di questa prima parte sono durati solo tre anni. «A soli tre anni dall’avvio dei lavori e a due anni dalla prima apertura al pubblico, abbiamo terminato il polo multifunzionale MIND Village e iniziato a sviluppare una nuova area ha affermato il manager di Lendlease Fabrizio Zichichi, illustrando i nuovi sviluppi Oggi partiamo con gli sviluppi degli edifici strategici nel Westgate, MoLo e Horizon, cui seguirà l’avvio per la costruzione degli altri edifici previsti, anche residenziali, in funzione degli accordi commerciali che vanno concludendosi».

Il Cantiere Westgate


È stato inaugurato con il taglio del nastro da parte delle autorità il cantiere per la costruzione dei primi edifici dell’area destinata allo sviluppo privato a uso misto, denominata Westgate. Partiti nell’autunno del 2023 i lavori di costruzione si concentreranno per i prossimi tre anni su questo nucleo dello sviluppo privato di MIND che connetterà infrastrutture per il lavoro, unità abitative, spazi commerciali e per l’ospitalità che si estenderanno su un’area di circa 200 mila metri quadrati. Il piano di sviluppo urbanistico per l’area prevede uno spazio interconnesso, un piano terreno unico, comune, aperto alla socialità e alla collaborazione: il Common Ground.

Nei cantieri avviati verranno realizzati proprio a ridosso dell’attuale uscita della fermata della metropolitana Rho-Fiera il complesso MoLo (in costruzione) che integrerà i parcheggi, l’energy center dell’ecosistema e un’area retail; e Horizon, studiato per ospitare spazi di lavoro flessibili e destinati a uso commerciale. Horizon, attualmente in costruzione, ospiterà tenant come ABB, E. ON e Confidi Systema, e sarà terminato entro il 2025.

 

Avviati i lavori per questi primi edifici, proseguirà, come da cronoprogramma, la messa in costruzione di Zenith, dell’Innovation Hub, l’hotel con servizi, le residenze affacciate sul Decumano, i negozi e locali pubblici. Tra questi, un ampio spazio di circa 15mila mq sarà dedicato al retail, con una particolare enfasi su generi alimentari, ristorazione e una vasta gamma di servizi destinati ai residenti e alle tante persone che quotidianamente frequentano l’IRCCS Ospedale Galeazzi – Sant’Ambrogio.